Apri il menu principale

BiodiverSO - Wiki β

Pomodoro di Mola

Il ‘Pomodoro di Mola’ è una varietà locale, nonché un prodotto che appartiene per tradizione al luogo da cui ne trae il nome. Esso viene coltivato principalmente nei campi prossimi al mare (i pénne – la e senza accento è muta) ed è molto apprezzato dai consumatori per la sua sapidità e per l’intenso colore.
Le peculiari caratteristiche di questo pomodoro sono date dalla sua attitudine a sfruttare al meglio le caratteristiche tipiche degli areali di coltivazione: il clima mediterraneo e l’acqua d’irrigazione leggermente salmastra (dovuta alla vicinanza al mare). La sapidità di questo pomodoro dovuta all’acqua di irrigazione fa sì che alcuni estimatori evitano di aggiungere il sale. [1] .

Morfologia

Varietà locale di pomodoro (‘’Solanum lycopersicum’’, L. 1753) ad accrescimento determinato. Presenta dai due ai tre palchi fiorali e produce bacche che hanno un peso variabile tra 27 e 35 grammi con diametro compreso tra 32 e 36 millimetri e lunghezza compresa tra 45 e 52 millimetri, hanno forma elissoidale e colore rosso. La lunghezza del peduncolo dal punto di abscissione varia tra 1 e 1,5 centimetri. [2].

Ciclo colturale

Si raccoglie da fine giugno ad agosto con un ciclo produttivo che è della durata di circa 3 mesi. [2].

Caratteristiche nutrizionali

In tabella i principali valori nutrizionali:

(valori per 100 grammi)
Parte Edibile Acqua Proteine Grassi Carboidrati Fibra Totale Valore energetico
100 g 94 g 1 g 0,2 g 3,5 g 2 g 19 kcal

Fonte: INRAN [3]

Usi

Questi pomodori vengono apprezzati per l’esclusivo sapore che donano alla tradizionale passata fatta in casa. Alcuni, li congelano appena raccolti, così da poter gustare l’esclusivo sapore di passata fresca in tutti i periodi dell’anno. Appena raccolti, i pomodori meno maturi vengono usati per la preparazione di insalate. [4]

Riconoscimenti

Il Pomodoro di Mola è stato inserito nell’elenco nazionale dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT) [5]

Note

Bibliografia

  • MAGNIFICO V., 1985 - Il paesaggio agrario di Mola dagli inizi del Novecento ai nostri giorni. In: AA.VV., Mola tra Ottocento e Novecento, Edizioni dal Sud, 133-140.